L’Amico Giusto di Marco Cesari

Si dice che in Italia molti scrivono e pochi leggono, nel caso di Marco Cesari, del quale parliamo oggi, è certamente vero il contrario: legge moltissimo e sul suo blog, intitolato Pensiero Profondo 42, si trovano le recensioni di migliaia di libri, film e fumetti. Le sue sono tutte recensioni caratterizzate da una notevole franchezza e da una visione geniale, non banale, delle cose.

Il suo primo romanzo, appena pubblicato,  s’intitola L’Amico Giusto è risultato vincitore del concorso RTL102.5 e Mursia ed è ora nelle librerie. Lo abbiamo letto con grande piacere, notando la sua precisione sintattica, la sensibilità e la maestria narrativa. I protagonisti sono due ragazzi italiani, Luca e Mattia, uno introverso,  che passa il tempo ad arrovellarsi sulla propria immagine e sulle proprie supposte deficienze e l’altro un vincitore nato, sicuro del fatto proprio eppure amabile. Ricorda una moderna versione di Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse. I due  s’incontrano da ragazzini e poi proseguono il loro percorso di vita insieme, sino alla maturità, condividendo l’amore per la stessa ragazza.

Cesari, nato nel 1982 a Botticino (BS), ha del talento e questo lo si nota con chiarezza. Speriamo che questo suo romanzo sia solo il primo di una lunga serie di bei libri. La vita familiare e lavorativa non gli consentono una full immersion nelle lettere ma questo potrà rivelarsi un vantaggio, perché bisogna vivere fra la gente per poter scrivere per la gente ed è pericolo vivere per scrivere, alla Guido Morselli.

Non vorremmo ora banalizzare la sua opera, ma questo libro potrebbe essere la trama di un bel film  e terminiamo in stile cesariano, augurandogli ‘mucha mierda’  come si fa fra cantanti lirici e impresari (l0 sterco dei cavalli fuori dai teatri era sinonimo di grande successo dell’opera).

Marco Cesari L’Amico Giusto Mursia, 2019 Euro 17 (ISBN 9788842561163)

 

Angelo Paratico

Un commento su “L’Amico Giusto di Marco Cesari”

  1. Ho letto il romanzo scritto con grande maestria: semplice quanto basta e profondo quanto basta. Il finale poi, assolutamente imprevedibile, ti lascia in pace con il cuore leggero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.